Scuola Permanente di Citologia ONB

A settembre riprende la seconda edizione della Scuola Permanente di Citologia ONB. La Citologia è spesso poco o mal conosciuta dai giovani biologi, a causa della scarsa rilevanza data nel percorso formativo accademico. Ma in realtà a uno sguardo più attento, si può ben intuire che questo campo può effettivamente aprire la strada al nostro futuro.

Pensiamo ai contributi che dal 1674 hanno arricchito questa disciplina: Antoni van Leeuwenhoek che individua i protozoi e nel 1683 i batteri, o Robert Koch che nel 1882 utilizza coloranti contenenti anilina per evidenziare le cellule dei microrganismi, identificando quelli responsabili di colera e tubercolosiO prendiamo in esame gli ultimi 20 anni, in cui c’è stata una vera e propria rivoluzione nello studio della biologia cellulare che sta portando alla conclusione che il segreto della vita non sta nella celebre struttura a doppia elica del DNA ma nella comprensione degli eleganti meccanismi biologici che stanno alla base delle molteplici funzioni della membrana cellulare.

Il futuro è lastricato di ricerche e scoperte. Per questo l’Ordine Nazionale dei Biologi, grazie a un team di esperti nel settore, ha deciso di continuare l’avventura della Scuola Permanente di Citologia che riprenderà i suoi corsi a settembre, mettendo a disposizione 14 posti.

Concepita nell’ambito della formazione post-univesitaria non accademica, il primo corso della Scuola si è svolto tra giugno 2015 e febbraio 2016 registrando l’entusiasmo e l’impegno di tutti i partecipanti.

A settembre  la seconda edizione della Scuola Permanente di Citologia ONB

Scuola Permanente di Citologia ONB
Scuola Permanente di Citologia ONB

Seconda edizione della Scuola Permanente di Citologia ONB inizierà a settembre 2016 e terminerà a febbraio 2017, suddiviso in sessioni con cadenza perlopiù mensile. La Scuola, diretta da Massimo Confortini e da Maria Luisa Schiboni, come l’anno passato si avvarrà dei maggiori esperti nazionali nella materia.

Il Corso è di base, rivolto a 14 giovani Biologi con interesse alla materia, ma senza esperienza pratica in Citodiagnostica.     

Costituito da due moduli:

  •  il primo terminerà a dicembre 2016 con esame teorico-pratico e conseguimento dei crediti ECM per l’anno di svolgimento;
  • il secondo, più breve, si svolgerà a gennaio e febbraio 2017 e si concluderà con un ulteriore esame teorico-pratico e conseguimento dei crediti ECM relativi.

Cosa abbiamo fatto l’anno scorso?

L’anno scorso, tra giugno 2015 e febbraio 2016, il corso ha affrontato argomenti relativi alla Citologia cervico-vaginale, ispirandosi alle direttive presenti nelle raccomandazioni ministeriali. Questo per dare la possibilità di strutturare il corso all’interno del contesto lavorativo italiano, realizzando un percorso soprattutto pratico, che consenta al citologo di affrontare il carico di lavoro routinario in modo autonomo. La corretta interpretazione di un Pap test richiede infatti conoscenza della materia ed esperienza pratica.

Le lezioni teoriche, tenute da esperti professionisti con l’ausilio di immagini digitali, sono risultate parte integrante di un percorso formativo interattivo finalizzato alla conoscenza e all’applicazione di criteri rigorosi per l’interpretazione e la refertazione dei campioni citologici cervicali (Pap test), utilizzando il più aggiornato sistema di classificazione (The Bethesda System 2014).

Il Corso è stato articolato in due distinti moduli, ciascuno dei quali è terminato con un esame teorico-pratico in più prove, con la consegna degli attestati e la certificazione dei crediti formativi ottenuti. In ogni sessione si è trattato un argomento specifico, con l’impegno di tre docenti di cui uno con funzione anche di coordinamento. Il secondo modulo (gennaio – febbraio 2016) è stato di approfondimento: in due sessioni ha permesso di dare spazio adeguato a temi importanti quali le nuove tecnologie in uso per la citologia cervicale (allestimento in strato sottile e lettura automatica) e il diverso ruolo che si trova a ricoprire il Pap test nei nuovi contesti di screening in cui è attualmente utilizzato.

Vi ho incuriosito almeno un po’? Per tutte le informazioni sul nuovo corso di Citodiagnostica  è possibile consultare il sito www.onb.it

Ti potrebbe interessare:

L’importanza di essere un biologo forense

2 commenti

maria carmina marzullo

salve sono interessata a iscrivermi

    Ermanno Calcatelli

    Ciao Maria,
    puoi richiedere informazioni sul sito dell’ONB, http://www.onb.it
    A presto

Lascia un commento