El Jefe e il biologo ambientale

El Jefe è stato finalmente fotografato. Il giaguaro (Panthera onca) era stato avvistato tra l’Arizona e il New Messico e finalmente l’11 febbraio di quest’anno è stato ripreso delle telecamere. Il documento, naturalmente, ha un valore inimmaginabile perché mostra l’effettiva presenza, negli Stati Uniti, di un esemplare probabilmente unico della sua specie.

Ripreso nei dintorni di Tucson, è stato battezzato El Jefe (il Capo) e i ricercatori hanno passato più di tre anni a raccogliere i segni della sua presenza e a cercare di documentarne l’esistenza. Il video è stato diffuso dall’associazione conservazionista Conservation CATalyst e dal Center for Biological Diversity, Ente che protegge circa 300mila ettari di habitat per favorire il ritorno dei giaguari negli Stati Uniti.

Vi chiederete perché vi sto parlando di El Jefe? Perché tra i molti scienziati coinvolti in questo progetto ci sono tantissimi biologi, e questo ci fa comprendere come e quanto è fondamentale il ruolo del biologo nello studio degli habitat naturali e del rischio biologico.

Il Biologo ambientale, infatti, individua le zone prioritarie per la conservazione e la protezione della natura e del paesaggio, e definisce gli interventi per il recupero, la tutela e la valorizzazione degli ecosistemi e la difesa delle specie e dei biotopi, per il ripopolamento e la reintroduzione di specie, e questo solo per elencare una delle tante caratteristiche del suo lavoro.

Ma ritorniamo di nuovo alla storia di El Jefe. Lui è l’ultimo rappresentante della propria specie negli Stati Uniti e questo non è l’unico problema per questo splendido giaguaro. Una compagnia mineraria canadese ha infatti intenzione di realizzare un’enorme miniera di rame all’aperto proprio dove sono state rinvenute le tracce del suo passaggio: il ché potrebbe compromettere l’ecosistema e la sopravvivenza di altre specie.

“Le montagne di Santa Rita sono chiaramente una parte vitale dell’areale di questo felino – ha dichiarato Randy Serraglio, biologo del Center for Biological Diversity. – La miniera distruggerebbe il territorio di El Jefe e azzopperebbe severamente il recupero dei giaguari negli Stati Uniti. Le montagne di Santa Rita sono di fondamentale importanza per il recupero del giaguaro in questo paese e devono essere protette”.

Grazie al lavoro quotidiano di biologi e ambientalisti, si spera che El Jefe – come i tanti casi di esemplari ormai in rischio d’estinzione – venga presto raggiunto da altri giaguari che si aggirano nei pressi della frontiera messicana.

0 commenti

Lascia un commento